Eventi

Dal Salento a Roma, la parodia di “Gente della notte” dei Lesionati

ROMA – “Il virus certo è brutto, e un poco ci stressa

Ma la gente della notte nun m’bè mica fessa

Ma adesso sono i primi a pagarne le spese

Con bollette da pagare mese dopo mese

E Conte cambia leggi e cambia decreti

Ci chiude dentro casa ci impone i suoi divieti

La gente della notte vive di ricordi

Di quando i ristoranti facevano soldi”

È dedicata ai lavoratori della movida la parodia del noto brano di Jovanotti dal titolo “Gente della Notte” (Puoi vederla cliccando QUI) ideata e messa in scena dai “The Lesionati” e scritta da uno di loro, Giampaolo Catalano, insieme a Luca Renna.

“La gente della notte fa lavori strani

Certi aprono oggi e chiudono domani

Tra tasse, lockdown, ed ora il coprifuoco

Vittime assolute di questo strano gioco”.

Sullo sfondo di Roma, bella e dormiente, il racconto di questo strano tempo scandito da Dpcm, incertezze, sacrifici. Alla movida, aggregante per eccellenza, un pensiero speciale e l’augurio di tornare presto ad organizzare gli assembramenti più belli, quelli spensierati, senza un nemico invisibile da dover sconfiggere.

“Sono dei “lesionati” e tanto vorrei

tornare a divertirci tutti fino alle sei”.

Articoli correlati

Nardò, Mario Biondi incanta Piazza Salandra

Redazione

“Stupor mundi”, il Galà del turismo premia le eccellenze

Redazione

Tanza: “A Lecce domina usura bancaria. Magistrati bravissimi ma poco attenti al fenomeno”

Redazione

Dopo la pioggia, un magnifico arcobaleno…e le foto colorano Facebook

Redazione

Polizia di Stato e scuola insieme in nome della legalità

Redazione

Primavera 1: Fiorentina-Lecce, i convocati di Coppitelli

Redazione