Meccariello: “Con l’Ascoli giusto approccio e grande intensità”

Biagio Meccariello, difensore del Lecce

LECCE (di M.C.) – Biagio Meccariello, difensore del Lecce, in prestito dal Brescia con diritto di riscatto, ospite di Piazza Giallorossa ha analizzato a 360 gradi il momento del Lecce, partendo proprio dalla grande voglia di voler portare a termine la missione “promozione” nella massima serie in una piazza in cui la pressione non manca:
“In tutte le piazze calde si sente l’esigenza di far bene, ed è normale che in questo momento la gente esige ma esigiamo anche noi, perché va bene restare con i piedi per terra, ma penso che capiti poche volte nella carriera di giocare per vincere, per andare in A , quest’anno ci sta capitando, per tanti fattori, anche per bravura ed è giusto provarci”.

A Crotone il Lecce ha pareggiato in modo rocambolesco a causa anche di qualche errore individuale tra cui uno è proprio di Meccariello, sul primo gol di Simy, e rivedendo le immagini, il difensore originario di Benevento lo commenta in maniera onesta:
“Nel momento in cui Lucioni è fuori, io mi preoccupo di difendere tutta la porta, quando Lucioni riprende posizione, io mi preoccupo di Simy, in quel momento però è tardi perché non l’ho più cercato; se lo avessi toccato un po’ non avrebbe fatto gol. Infatti nel secondo tempo è accaduto ancora, meno male che l’ho tenuto un po’ altrimenti avrebbe incornato ancora”.

Sabato si torna in campo per recuperare la gara con l’Ascoli e un pensiero va a Scavone che all’inizio della gara con i marchigiani rimase a terra dopo l’impatto con Beretta: “Ha sofferto tanto in questo periodo, gli stiamo stati vicini fin dal giorno dell’infortunio, quando andammo subito in ospedale; oggi ha iniziato a fare qualche partitina in allenamento, ci fa molto piacere che stia bene e che possa tornare in squadra, lo spavento è stato enorme e lo aspettiamo presto in campo”.

Non sarà una gara facile, così come ha insegnato questo campionato, il colpo di scena è sempre in agguato ma il Lecce deve vincere, deve provare a vincere per dare un senso anche al pareggio di Crotone e per continuare a sognare ancora in grande:
“Tutte le partite sono difficili, gli ultimi anni di Serie B mi hanno insegnato questo, sarà comunque per noi un’occasione ghiottissima per dar seguito al punto fatto a Crotone, se vinciamo quel punto diventa oro colato perché ci ritroveremmo a pochi punti dalla prima e dalla seconda in classifica. In questi giorni lavoreremo per ottenere i tre punti e ci prepareremo a disputare una grande partita. Dovremo avere un giusto approccio. Dobbiamo iniziare con grande intensità e più voglia dell’Ascoli”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*