Cronaca

Arriva Andromeda. Telerama al fianco delle famiglie dei dispersi

SALVE- E’ arrivata all’una e mezzo del mattino ed è stata messa in mare, nel porto di Torre Vado. Le ricerche, con sofisticate attrezzature che permettono di scandagliare i fondali per oltre 20 metri di profondità, cominceranno mercoledì mattina all’arrivo del comandante, il dottor Mauro Del Sette. Le speranze dei parenti di Fabrizio Piro e di Damiano Tricarico, scomparsi nelle acque di Pescoluse il 5 febbraio scorso, sono riposte nell’imbarcazione Andromeda.

I parenti delle vittime di quel terribile naufragio non si rassegnano e dopo l’appello, rimasto inascoltato, a riprendere le ricerche, hanno deciso di muoversi portando a Pescoluse l’imbarcazione e finanziando le ricerche autonomamente. Chiedendo però l’aiuto di tutti con un appello che in questi giorni va in onda sulla nostra emittente. L’editore Paolo Pagliaro e Telerama sostengono infatti questa raccolta fondi attiva attraverso un conto corrente.

Per 10 giorni di ricerche servono 31 mila euro. Sette mila sono stati già pagati personalmente da Mirco Casarano, cognato di Fabrizio Piro, ma per coprire i costi la strada è ancora lunga. Il sindaco di Gallipoli ha promesso un suo interessamento, ma l’appello è rivolto anche alla Provincia e alla Regione, istituzioni che al momento non si sono fatte sentire, e a chiunque possa comprendere il dolore che stanno vivendo queste famiglie. Mirco, promotore di tutte le iniziative, ha deciso di organizzare un evento che potrebbe tenersi presso il Teatro Italia di Gallipoli: l‘appello in questo caso è a qualche artista che prenda a cuore la causa. Un concerto o una spettacolo il cui ricavato servirà a finanziare le ricerche.

Articoli correlati

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione