Cronaca

Omicidio della piccola Angelica, condanna confermata per il reo confesso

PARABITA- Per l’omicidio della piccola Angelica Pirtoli, la Corte d’Appello di Lecce ha confermato la condanna a 16 anni e otto mesi per Luigi De Matteis, omicida reo confesso del duplice delitto che il 20 marzo 1991 ha tolto la vita alla bambina di due anni e a sua madre Paola Rizzello di 27.
Fu proprio De Matteis a confessare agli inquirenti, nel 1999, quell’omicidio, definito come il caso più nero della storia della Scu. Fece il nome nche di Biagio Toma, per cui il processo è ancora in corso. Sarebbe stato quest’ultimo a prendere la bimba per i piedi e a fracassarle il cranio contro il muro.
Già condannati all’ergastolo per lo stesso reato, invece, i mandanti: Luigi Giannelli, storico boss di Parabita; sua moglie Anna De Matteis e Donato Mercuri, uomo di fiducia del capoclan.

Articoli correlati

Cutrofiano, restano gravi le condizioni della coppia vittima di un incidente stradale

Mario Vecchio

Scontro tra due auto: quattro feriti, grave una coppia

Mario Vecchio

Sassi contro l’autovelox sulla Lecce-Gallipoli, subito ripristinato

Redazione

“Suo figlio è nei guai, deve darci denaro e gioielli”, ancora un tentativo di truffa ad anziani

Isabel Tramacere

Giovani studentesse nel mirino di un presunto stupratore seriale: arrestato

Redazione

Morte Simone Renda, chiesta la conferma delle condanne

Redazione