Cronaca

Via Don Bosco, prostituzione e degrado: chiesto un presidio della Municipale

LECCE- Prostituzione e degrado su via Don Bosco. La situazione è ritenuta al limite, tanto che i residenti invocano l’attivazione di un presidio della Polizia municipale. Lo fanno per il tramite dell’associazione Carpe Diem.
“Prostitute che lavorano proficuamente durante tutta la notte – spiegano – ed espletano i propri bisogni corporei per strada. Extracomunitari che si ubriacano e diventano molesti per i passanti. Negozi costretti a chiudere per la mancanza di serenità nello svolgimento della propria attività commerciale. La situazione di Via Don Bosco, a pochi metri dalla stazione leccese, è ormai diventata incandescente”. Si fa il confronto con via Duca degli Abruzzi, dove la presenza quasi fissa di una volante della Polizia Municipale ha portato ad un ripristino della tranquillità.

Articoli correlati

Fuori strada con l’auto: madre e figlia in Rianimazione

Redazione

Sorvegliato speciale sorpreso in spiaggia a prendere il sole

Redazione

Inchiesta voto di scambio: due avvisi di conclusione indagini e 5 archiviazioni

Redazione

Morti di lavoro, il Vescovo: “Difendere dignità e vita umana”

Redazione

Danneggia a colpi di pietra il portone del Comune, trasportato in ospedale

Redazione

Casarano, il mercato blocca l’ambulanza: paziente muore

Redazione