CronacaPolitica

Santa Croce: il barocco ancora in gabbia

LECCE- Santa Croce, la basilica che tra fregi, affreschi e capitelli racconta la storia del barocco leccese , sembrava prepararsi ad un’estate senza impalcature. L’impresa appaltatrice dei lavori già nel mese di Maggio aveva rimosso alcuni ponteggi metallici, alimentando forse l’illusione sull’abbreviazione dei tempi di fine lavori.

Ma quegli interventi di consolidamento della parte alta della facciata che la tengono in gabbia da ben 5 anni, di rimetterla in libertà ancora non ne vogliono sapere.

Il rosone più grande della Puglia si presta alle foto dei turisti affascinati dal gioiello architettonico. Scatti artistici in posizioni un po’ bizzarre, per mascherare quei fili metallici che a fine anno dovrebbero raddoppiare, per un restauro di interni ed esterni che secondo gli esperti potrebbe durare per altri di due anni almeno.

Una bellezza così esplosiva che sa accompagnare oltre lo sguardo dei turisti, che con pazienza si accontentano di leggerne l’arte tra le righe.

Lavori complessi quelli legati alla ricchezza e alla straordinarietà decorativa e monumentale della Basilica. Gli stessi che potrebbero concederle solo una libertà a tempo determinato. Nella peggiore delle ipotesi un salto di gabbia in gabbia.

Articoli correlati

La morte di Marcello e di Andrea, domani le autopsie per sciogliere i dubbi

Redazione

Sorpreso con la droga, nei guai 18enne

Redazione

Scende dall’auto e viene travolto: 66enne in ospedale

Redazione

Abusi sulla figlia? Domani interrogatorio per il medico

Redazione

Civiche unite: “Vento di novità e di entusiasmo”

Redazione

La centrale a biogas di Galatone incassa le autorizzazioni

Redazione