Lecce a Messina senza Miccoli e Abbruzzese

LECCE- Lecce in serie positiva da cinque turni nei quali peraltro ha blindato la porta difesa da Caglioni, Messina in caduta libera da tre turni con un paracadute appesantito da 11 gol subiti nelle tre ultime giornate. In due di queste davanti al proprio pubblico per mano di Matera prima e Casertana poi di reti la squadra siciliana ne ha subiti cinque a gara. Un trend che ha infastidito e contrariato non poco la dirigenza messinese che subito dopo l’ultima sconfitta ha costretto al squadra ad un ritiro punitivo per ricaricare le energie mentali e fisiche guardando al match con il lecce come la gara del riscatto. Un’insidia non da poco per i ragazzi di mister Lerda che proprio sabato pomeriggio dopo una lunga assenza tornerà a sedersi in panchina al timone della sua squadra.

Mister Lerda con qualche dubbio per quanto riguarda le condizioni di alcuni singoli, Abruzzese e Miccoli non faranno parte della spedizione, i loro nomi non sono nella lista dei convocati. Miccoli ha accusato un fastidio al polpaccio dopo il match con la Paganese mentre il difensore risente di un fastidio tendineo, ma saranno gli ultimi allenamenti a definire meglio il quadro dei disponibili. La squadra parte con un giorno di anticipo per Messina con qualche certezza. Salvi rientra dalla squalifica e con la squadra partirà anche Lepore che reduce da una lunga squalifica comminatagli quando vestiva la maglia della Nocerina, potrebbe ora diventare una freccia in piu’ nella faretra di mister Lerda. Il salentino potrebbe anche trovare spazio dal primo minuto nella trasferta siciliana.

La peggiore difesa quella del Messina con i suoi 14 gol al passivo contro la difesa meno battuta quella del Lecce con appena due gol subiti nella prima partita e soprattutto che da cinque turni finisce con lo “0” nella casella delle marcature subite. Caglioni è imbattuto da 450 minuti. Merito del portiere ma anche di un sitema di gioco che non permette agli avversari di arrivare agevolmente alla conclusione. Ci sarebbe semmai da limare qualcosa nella fase offensiva che sembra funzionare fino agli ultimi 20 metri.

La costruzione della manovra c’è, la finalizzazione un po’ meno. Mister Lerda ha lavorato in settimana anche su questo. La gara che sarà giocata alle 14,30 di sabato allo stadio San Filippo, sarà diretta dal Sig. Alessandro Caso di Verona coadiuvato dagli assistenti  Sig. Damiano Margani di Latina e Sig. Michele Grossi di Frosinone. 

Il San Filippo sarà una bolgia ma al tempo stesso un’arma a doppio taglio per i padroni di casa che hanno già messo a dura prova la pazienza dei propri sostenitori che se la partita dovesse prendere una piega a favore del Lecce potrebbero rendere il clima incandescente rendendo tutto piu’ difficile per la squadra di mister Grassadonia. Ma al tempo stesso il Lecce non puo’ sottovalutare la voglia di rezione che il Messina nutre per invertire la rotta. Mai sottovalutare la reazione di un animale ferito.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*