Cronaca

L’Italia sfida l’India: “I marò restano qui”

TARANTO  –  I due marò italiani resteranno in  Italia. Lo ha annunciato la Farnesina, dopo che il  Ministro degli Esteri Giulio Terzi ha ufficializzato all’india la decisione di non far ripartire i due fucilieri, tornati a casa per le elezioni, di fatto aprendo una controversia internazionale.

 Secondo la Farnesina, l’Italia  ha sempre ritenuto che la condotta delle Autorità indiane violasse gli obblighi di diritto internazionale gravanti sull’India e le regole della Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare.            

“Non avevamo dubbi”: affermano Salvatore Latorre e Massimiliano Girone che, “consapevoli dell’impegno profuso dallo Stato”, si dicono “felici di tornare a fare il nostro mestiere”, ringraziando il Presidente della Repubblica, tutte le istituzioni, il Governo e il popolo italiano “che ci ha sempre sostenuto con tantissime cartoline che non ci hanno mai fatto sentire soli”.

I due marò hanno ringraziato anche i loro famigliari per la grande forza con la quale hanno affrontato l’intera vicenda.        

 

Articoli correlati

Scontro tra auto, dopo un mese di agonia muore 60enne. La moglie spirò il giorno dopo

Redazione

Malore in acqua, muore 70enne brindisino

Redazione

13 enne violentata nel villaggio turistico? Indagini su un animatore

Mario Vecchio

Maltratta familiari per droga: arrestato 45enne

Redazione

Tragedia nella marina di Pulsano, 70enne muore sotto gli occhi dei bagnanti

Isabel Tramacere

Spaccio di droga: 14 arresti e 17 indagati

Andrea Contaldi