I lavori di messa in sicurezza non partono: passaggi a livello a rischio

SALENTO- “Ha attraversato le sbarre mentre si stavano chiudendo, così l’auto è rimasta bloccata sui binari proprio mentre arrivava il treno. Fortunatamente il convoglio delle Ferrovie Sud Est diretto a Martina Franca era partito da poco da Lecce e procedeva a bassa velocità“. Per l’ennesima volta in questo incidente dello scorso 16 novembre si è sfiorata la tragedia. Ma in questi anni, purtroppo, si sono verificati altri simili episodi che solo se i lavori di messa in sicurezza partissero si potrebbero evitare.

Sì, proprio quei lavori appaltati tre anni fa   per l’elettrificazione, il segnalamento, la messa in  sicurezza dei passaggi a livello delle Ferrovie Sud Est  da Bari a Otranto, non riescono a partire. Il motivo? Presto detto: stando a quanto segnalato alla nostra redazione,  “dopo i diversi rinvii, seppur a settembre il cantiere era stato finalmente aperto, una settimana dopo è stato bloccato per la mancanza di scorte, ossia di personale, che permettesse di portare avanti i lavori. Possibile che in tre anni, Ferrovie Sud Est e Rfi non siano ancora riusciti a trovare quanto dovuto -domanda chi denuncia questa grave situazione- per permettere l’avvio una volta per tutte della messa in sicurezza dei passaggi a livello? La Regione, che dovrebbe vigilare su tutto, cosa fa?”

La situazione è davvero preoccupante, anche perchè, proprio a causa del mancato avvio dei lavori, al momento i sistemi di segnalazioni come i passaggi a livello non sono a norma, quindi a rischio e oggetto, magari, di nuovi sinistri.

E.P.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*