“Finché c’è impresa c’è speranza”: oltre 300 imprenditori al terzo forum di economia e finanza

CORIGLIANO D’OTRANTO – Oltre 300 imprenditori accreditati, la sala gremita, un incontro molto sentito tra persone a cui stanno a cuore l’economia e le opportunità per il territorio. È il terzo forum annuale di economia e finanza di impresa dal titolo “Finchè c ‘è impresa c’è speranza”, organizzato da Mauro Spagnulo, commercialista.

Ospiti il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’europedutato Raffaele Fitto. Spagnulo è molto soddisfatto: “Sono stati toccati anche i temi relativi agli obblighi che saranno “in vigore” nel prossimo anno, soprattutto relativi al fatto che gli imprenditori dovranno dotarsi di determinati assetti organizzativi, amministrativi e gestionali, il tutto condito dall’obbligo della nomina dell’organo di controllo per quelle srl che superano specifici parametri”.

È una grana per gli imprenditori?

“No, può sembrare che rappresenti un maggior costo per l’amministrazione, ma in realtà è una grossa opportunità per prevenire stati di crisi, perché imporrà un’autodeterminazione preventiva a tutti gli imprenditori che dovranno metter mano a una pianificazione strettamente finanziaria, al fine di poter rientrare negli indici stabiliti dal nuovo codice della crisi di impresa. Alla stessa stregua, è stato interessante sentire gli autorevoli interventi di emiliano e Fitto, che ringrazio per il loro puntuale coinvolgimento e per l’attenzione riservata alla grande platea in sala. Abbiamo vissuto la serata in un clima di semplicità e familiarità”.

E infatti, a chi ha fatto notare che l’incontro al forum potesse essere anche un primo possibile confronto elettorale tra Emiliano e il papabile candidato del centrodestra alle prossime elezioni regionali, Fitto, il presidente ha risposto: “stasera c’è solo un confronto interessante tra due persone esperte della Puglia, che hanno fatto tutto quanto nelle loro possibilità nell’interesse di questa regione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*