La Virtus Francavilla attende il Matera. D’Agostino: “Viviamo il momento con equilibrio”

Il presidente della Virtus Francavilla in Piazza San Pietro, a Roma
Ottica Salomi

FRANCAVILLA F.NA (t.d.g.) –  La Virtus Francavilla punta ai play off del campionato di Serie C. Dopo il successo contro il Trapani la squadra allenata da Gaetano D’Agostino è pronta ad ospitare il Matera. L’allenatore della formazione francavillese scioglierà nelle prossime ore i dubbi sull’undici da schierare dal primo minuto. A centrocampo ballottaggio Folorunsho (non dovrebbe essere preoccupante l’infiammazione al ginocchio)-Sicurella. Buone possibilità per Monaco di essere riconfermato tra i titolari. Si contendono un posto anche Pino e Albertini. “Il morale è alto, ma non dobbiamo perdere l’equilibrio – ha detto l’allenatore D’Agostino -, i pericoli sono sempre dietro l’angolo e il Matera, secondo me, è la squadra che gioca meglio al calcio, con un allenatore molto preparato. La mia squadra deve dimostrare di avere fame e metterci tanta applicazione altrimenti ci vuole un attimo a fare un passo indietro, il nostro atteggiamento deve essere quello di una squadra umile”. Dopo la vittoria contro il Trapani si teme un eccessivo entusiasmo. “Perché siamo una squadra giovane ed è facile essere trascinati dall’ambiente – ammette -, abbiamo trascorso dei mesi non belli, ma ci siamo rifatti grazie soprattutto ai ragazzi. Sarebbe da sciocchi tornare a rivivere quei momenti. Preferisco una prestazione brutta, ma giocata con la giusta applicazione piuttosto che una prestazione piatta”. E’ stata una settimana importante per la società del presidente Antonio Magrì che mercoledì mattina, con una delegazione composta dal vicepresidente Tonino Donatiello, dal Direttore Generale Domenico Fracchiolla e dal dirigente Pasquale Gemma, ha incontrato a Roma Papa Francesco al quale è stata donata la maglia personalizzata della Virtus Francavilla Calcio. L’iniziativa, promossa dalla Lega Pro e denominata “Giochi in Piazza San Pietro”, ha visto la partecipazione di tutti i club di Serie C, assieme a tanti giovani delle squadre giovanili. Nell’occasione, infatti, sono stati allestiti sotto l’obelisco tre campetti dove hanno giocato i ragazzi del Torneo di IV categoria, atleti speciali con deficit cognitivi e reazionali. Durante la mattinata si è vissuto un momento particolarmente significativo ed emozionante con l’Udienza dal Santo Padre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*