L’olio della poesia per il grande Franco Loi

LECCE- L’olio buono, quello nostro, che scorre ed unge dolcemente dita che sfogliano libri. Così il prodotto principe delle tavole salentine incontra la cultura. A serrano torna l’olio della poesia, la manifestazione organizzata da Peppino Conte che, per la sua diciottesima edizione, premia il grande Franco Loi, poeta dialettale e non solo, un uomo definito dal sindaco Isola “un’enciclopedia di tutto”, e che il salento lo conosce bene.

A lui va un quintale di olio offerto dall’oleificio cooperativo S. Giorgio di Carpignano. E in prima fila c’è anche Roberto Vecchioni, che il premio lo ha ricevuto 10 anni fa. Per lui c’è il riconoscimento “salento d’amare”. E lui il salento lo ama da tanto. È qui che torna, sempre, insieme alla moglie Daria.

Il premio millennium è andato ad un emozionato Cosimo Lupo, editore di Copertino, per la capacità di promuovere giovani talenti della poesia.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*