Tentata estorsione all’ex sindaco: un rinvio a giudizio

Tribunale Penale - LE

CASARANO (LE) –  Presunta estorsione tentata e consumata ai danni dell’ex sindaco di Casarano Remigio Venuti. Giovanni Memmi, 51enne del posto è stato rinviato a giudizio oggi dal gup Vincenzo Brancato.

 Secondo l’accusa, avrebbe costretto Venuti a consegnargli 10.000 € con ripetute minacce di morte: “Ti taglio la testa, ti faccio vedere io”.

Fino a mettergli le mani addosso e procurargli trauma da percosse, giudicate guaribili in 10 giorni.  L’ex primo cittadino si è costituito parte civile con l’avvocato Stefano Prontera.

Il processo si aprirà il prossimo 27 novembre, davanti alla II sezione collegiale del Tribunale di Lecce.