Nei campi a caccia di olive: sorpresi dal Maresciallo

carcere di Brindisi

FASANO (BR)  –   Avevano caricato sull’auto 4 quintali di olive, ma sono stati sorpresi dal nipote del proprietario del terreno, che è un Maresciallo dei Carabinieri. Finiscono nei guai a Fasano tre cittadini extracomunitari che nel pomeriggio di ieri hanno tentato di rubare un’ingente quantità di olive nelle campagne di Speziale.

Tarek Amraoui 30enne di origine tunisina, Mahammat Ahmat, 25enne di origine ciadiana, e Hamed Hussen Aubid, 44enne di origine sudanese, tutti domiciliati ad Andria (BA), sono stati arrestati per tentato furto aggravato in concorso e ora si trovano nel Carcere di Brindisi. 

Commenti

  1. fabrizio scrive:

    In carcere per un po’ di olive!!!!!e’ politici che truffano lo stato liberi……???? Povera Italia….