CronacaLecce

Aggressioni e rapine in branco: tra gli indagati anche minorenni

LECCE –  La stretta alla malamovida finisce nelle aule di tribunale e sul registro degli indagati spuntano i nomi di 20enni e minorenni per pestaggi e rapine.

Il 7 ottobre dello scorso anno in piazzetta Santa Chiara, nel cuore della movida leccese, un 31enne fu improvvisamente accerchiato da un branco di ragazzi, pestato fino a rompergli denti e mascella e poi derubato di una collanina.

Un mese dopo, il 21 novembre, stesso copione con vittima un 22enne, picchiato in via Maremonti e derubato anche lui di una collana, del valore – stando alla denuncia – di 2.500 euro.

Per questi due episodi, confluiti in altrettante denunce, adesso arriva la svolta: quattro giovani, tra i 20 e i 23 anni, di Lecce e Cavallino, sono indagati per lesioni personali e rapina. Alle attività criminali contestate alla gang avrebbero partecipato anche dei minorenni, chiamati a rispondere delle stesse ipotesi di reato. A difenderli gli avvocati Raffaele Benfatto e Maria Lorena Puscio.

Articoli correlati

Tragico scontro in autostrada, muoiono il fratello e la cognata del prefetto di Foggia

Redazione

Quando il tesoro è sott’acqua: Unisalento e la tutela del patrimonio culturale sommerso

Redazione

Corsa a due per la presidenza del Tribunale

Redazione

Manca solo l’ufficialità: Pongracic ha svolto le visite mediche con la Fiorentina

Massimiliano Cassone

Il sindaco istituisce un tavolo permanente per lo sviluppo della città

Barbara Magnani

Acquaviva Blue Moon: una serata di musica da vivere sotto la luna

Redazione