CronacaEvidenzaLecce

Giovani studentesse nel mirino di un presunto stupratore seriale: arrestato

LECCE – Quattro distinti episodi di molestie e tentato stupro denunciati da altrettante giovani slentine, di cui una minore adescata nei pressi della sua scuola.

È per questo che nelle score ore i carabinieri della Stazione di Lecce Principale hanno arrestato un 50enne leccese, già noto, ritenuto presunto responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini condotte dai militari all’indomani di

ben quattro denunce sporte dalle ragazze che l’uomo avrebbe avvicinato con pretesti vari, complimenti, costringendole poi a subire palpeggiamenti su diverse parti del corpo.

Azioni che l’uomo sarebbe riuscito a portare a termine con violenza anche in ragione del fatto che avrebbe agito in maniera rapida ed imprevedibile.

In un caso, dopo aver individuato la vittima per le vie leccesi, l’avrebbe seguita fino alla sua abitazione dove, nonostante il dissenso della giovane, dapprima l’avrebbe abbracciata, baciata e poi avrebbe tentato di spogliarla.
Solo grazie alla sua scaltrezza, la studentessa è riuscita a divincolarsi prima che la situazione degenerasse. In un’altra occasione il 50enne avrebbe agito nei pressi di un istituto scolastico adescano un’altra minorenne.

È stata immediata quindi la risposta dei Carabinieri che sono riusciti celermente ad individuare il presunto responsabile.

L’uomo era già noto alle Forze dell’Ordine per altri episodi simili, tanto da essere considerato un predatore seriale

Articoli correlati

Timone bloccato, barca a vela in avaria: salvati 68 migranti

Antonio Greco

Bambine molestate durante la lezione di equitazione: condannato istruttore

Paolo Franza

Lecce, mercoledì in campo con due amichevoli

Mario Vecchio

Intercettato veliero carico di migranti diretto a Santa Maria di Leuca

Paolo Franza

Week end di controlli lungo la costa, sanzioni per 11mila euro

Redazione

Si fingono dipendenti Enel per truffare anziani, bloccati dalla polizia locale

Barbara Magnani