Attualità

Esordio di Sindaco e Arcivescovo nella festa patronale di Brindisi

BRINDISI – Primo giorno di scuola per il sindaco Pino Marchionna e per l’arcivescovo Giovanni Intini che ieri sera hanno fatto il loro esordio nella festa patronale di Brindisi. Per Marchionna, a dire il vero, è stato un ritorno dopo oltre un trentennio rispetto alla sua prima esperienza da capo della città.

Con i suoi concittadini ha voluto essere franco, ribadendo che il malcontento generale è giustificato.

L’arcivescovo, invece, rompendo i soliti schemi di una chiesa che non si schiera apertamente sui problemi cittadini, ha parlato, tra l’altro, del deposito Edison e del diritto dei cittadini di Brindisi di partecipare e di esprimere il proprio consenso.

Insomma, parole forti che, nonostante il clima festaiolo della serata, resteranno scolpite su vicende in cui la città ha il diritto di autodeterminare il proprio futuro.

Mimmo Consales

Articoli correlati

Degrado e insicurezza nel parco di via Balsamo: la segnalazione su dilloatelerama

Redazione

In Puglia i mercati finanziari incrementano il divario tra ricchi e poveri

Mario Vecchio

Stabilimenti, per la corte UE le opere inamovibili diventano proprietà dello Stato

Redazione

Festival Valle d’Itria, 50 anni di grande musica. A Martina Franca dal 17 luglio al 6 agosto

Mariella Vitucci

Contact center: “L’intelligenza artificiale è una sfida da raccogliere”

Antonio Greco

Future Cup: un torneo di sport e solidarietà per CuoreAmico

Barbara Magnani