Medici di guardia medica, Giugno: “Noi considerati di serie B”

Anche oggi puntualmente al lavoro in studio per ricevere pazienti.

Il dott. Mario Giugno è uno dei tanti medici di Guardia che in queste ore ha espresso il proprio melessere, facendosi portavoce delle istanze e dei probelemi di tanti colleghi al Presidente Giorgia Meloni inviandole una lettera in cui denuncia la situazione in cui versa la categoria.

La richiesta è quella di essere considerati al pari degli altri colleghi. Un servizio prezioso, forse sottovalutato, che di notte e durante i giorni festivi si occupa di fornire l’assistenza medica domiciliare in continuità con il lavoro dei medici di medicina generale.

Una retribuzione bassa, nessuna tredicesima e nessun Trattamento di Fine Rapporto, niente ferie.

Ed oggi delle richieste ben precise.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*