Sport

Lecce, Baroni lavora sulle alternative. Bjarnason e Helgason titolari

LECCE – A breve si vedrà un altro Lecce. Più completo e ricco di risorse e alternative. Il tecnico Baroni ha trovato per il momento la quadra con lo zoccolo duro della squadra e qualche innesto. Non poco per una squadra rinnovata in molti ruoli. A Gabriel, Lucioni, Meccariello, Hjulmand (ma anche Majer) e Coda si sono aggiunti Gendrey, Gargiulo, Di Mariano e Strefezza. Il Lecce che verrà, a breve. Il Lecce che sarà anche più avanti, nel tempo. La società ha sposato la strategia di Corvino che ha puntato sulla costruzione di un patrimonio tecnico. Senza dover puntualmente smantellare e andare alla ricerca di nuovi innesti per costruire la rosa.

PROGETTO AVANTI – Quest’anno più dell’anno passato il progetto avviato nell’estate del 2020 è cresciuto. Con gli arrivi di Gendrey, Bjarnason, Calabresi, Blin, Gargiulo, Helgason, Di Mariano, Strefezza. E poi anche Barreca, giocatore in prestito secco.

CLASSIIFICA – Intanto la crescita della squadra di Baroni è certificata dai risultati, dai numeri. E dal balzo in classifica che proiettano il Lecce in alto. La formazione giallorossa si è buttata nella mischia e lì rimarrà fino alla fine. Il tasso tecnico della compagine allestita in estate è da primi posti. E con un po’ di fortuna e la necessaria costanza si potrebbe pure provare per il salto diretto in Serie A.

IL LECCE CHE SARÀMa torniamo alla rosa. C’è un altro Lecce da scoprire. Quello che per il momento interviene in seconda battuta. E contribuisce ai risultati della squadra. Perché con cinque cambi un tecnico cambia metà formazione. Gli innesti part time hanno un compito delicato, non sempre. Quello di legittimare il risultato oppure di recuperarlo.

Il Lecce che vedremo sarà quello con Calabresi, Bjarnason, Barreca; a centrocampo Blin e Helgason. In attacco con Rodriguez, Olivieri e Paganini. A Baroni il compito di farli sentire parte del progetto. Sempre, anche quando a loro tocca giocare scampoli di partita.

NAZIONALI – Il Lecce riprenderà la preparazione lunedì pomeriggio all’Acaya Resort. Ancora senza i nazionali Bjarnason, Helgason e Dermaku. I due islandesi del Lecce sono stati schierati nella formazione titolare nella gara contro l’Armenia (risultato finale 1-1) valida come qualificazione per i Mondiali in Qatar. Bjarnason ha giocato centrale difensivo a sinistra; Helgason interno sinistro.

Articoli correlati

Lecce, Pierret è arrivato all’Aeroporto del Salento

Massimiliano Cassone

Lecce: ceduto Pascalau al Fotbal Club Dinamo 1948 București

Redazione

Lecce: è il giorno di Morente

Massimiliano Cassone

Lecce, Falcone osservato speciale. In Serie A è terzo

Tonio De Giorgi

Taranto, Giove – Capuano: secondo appuntamento

Francesco Friuli

Virtus Francavilla dopo Montervino ecco Ginestra

Redazione