Vaccino Covid, le dosi in arrivo a marzo non basteranno per completare over80 e scuola

PUGLIA – L’allarme è nei numeri: le 400mila dosi di vaccino in arrivo in Puglia entro fine marzo non basteranno per completare la campagna di vaccinazione anti-Covid avviata per gli ultraottantenni e per il personale scolastico, con i docenti però ancora in attesa. I conti sono presto fatti. Gli anziani che sino ad ora hanno prenotato la dose sono circa 170mila: conteggiando anche i richiami servirebbero 340mila dosi soltanto per gli over 80. Le prenotazioni del personale scolastico, ad oggi, sono invece circa 80mila: 160mila, dunque, le dosi necessarie per prima e seconda somministrazione.

Tradotto: considerando soltanto queste prenotazioni, ancora parziali, mancano già all’appello 65mila dosi, tra over80 e personale della scuola. “Questo numero esiguo è un problema -commenta l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco- e potrebbe anche calare a discrezione delle aziende fornitrici. Tutto questo deve far riflettere sulla necessità,a livello globale, di aumentare i sieri a disposizione. Il nodo è tutto lì: i vaccini sono pochi e la richiesta è elevata – continua – E’ questo il vero tappo che mina la fiducia nel sistema”. Secondo quanto riportato nel «Piano consegne» regionale, stilato in base alle comunicazioni fatte dalle aziende produttrici, Pfizer garantirà la distribuzione di circa 208mila dosi: le consegne saranno quattro nel corso del mese.Moderna, invece, al momento ha comunicato l’invio di sole 50.500 dosi: se si tratti di una consegna unica o scaglionata in più settiamane ancora non è stato definito. Infine, da AstraZeneca la Puglia otterrà 143mila dosi: le consegne saranno settimanali, l’ultima è prevista il 27 marzo. Intanto nei primi tre giorni di campagna vaccinale over 80, in Puglia hanno ricevuto la prima dose 15mila anziani.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*