Cronaca

Spaccio ed estorsioni a Parabita, Matino e Tuglie: 10 arresti

LECCE – Tutti giovani, con le donne -sorelle e mogli- a ricoprire ruoli fondamentali, subentrando a chi veniva arrestato e riferendo gli ordini dei “vertici” dal carcere. Dopo la Madonna della Coltura, spetta alle Veneri di Parabita dare il nome a una operazione antimafia. I Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Gallipoli, insieme ai colleghi del Comando Provinciale di Lecce, hanno eseguito 9 arresti -la decima persona manca all’appello perché è in Germania-, emessi dal G.I.P. Simona Panzera su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti soggetti indagati a vario titolo per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti; detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti; estorsione aggravata dalla metodologia mafiosa. Disarticolata un’associazione per delinquere, composta da soggetti ritenuti facenti parte della “Sacra Corona Unita”.

Sequestrati hashish, cocaina, armi e munizioni. Il gruppo si occupava dello spaccio di cocaina, hashish e marijuana in tutta la zona dei comuni di Parabita, Matino e Tuglie e verso chi era debitore partivano le minacce e le estorsioni in puro stile mafioso.

In carcere: Giorgio Pio Bove, 34 anni, di Parabita; Salvatore Martello De Maria, 47anni di Tuglie; Antonio Manco, 32 anni di Parabita; Giorgio Bove, 25 anni di Matino; Cosimo Francone, 51 anni di Tuglie; Metello Durante, 40 anni di Tuglie; Rosario Casarano, 43 anni di Matino, che è la persona attualmente fuori Italia. Ai domiciliari: Addolorata “Ada” Donadei, 31 anni di Parabita; Valeria Manco, 29 anni di di Parabita; Michel Perdicchia, 30 anni di Matino. Cinque persone sono denunciate a piede libero.

L’indagine è scattata nel 2018, dopo l’arresto di Giorgio Pio Bove, ritenuto a capo dell’organizzazione. Da lì, sono scattate le intercettazioni ambientali in carcere. La moglie, Ada, continuava a impartire gli ordini del marito al sodalizio.

Articoli correlati

Un taglierino a pochi passi dal luogo del delitto di Noemi, ma è un falso allarme

Redazione

Omicidio Romano: assolto Macagnino

Redazione

Ilva e risanamento ambientale: spaccatura tra governo e industriali

Redazione

Anziano di Guagnano muore dopo incidente

Redazione

Radono al suolo Bosco Laurito, denunciati

Redazione

In fiamme negozio di fiori a Surbo: ripresi gli attentatori

Redazione