Cronaca

Avances ad una ragazza, spedizione punitiva: pestato albergatore di Ceglie

CEGLIE MESSAPICA – Un trauma cranico con diverse fratture e contusioni multiple al torace: è il prezzo che un albergatore 57enne di Ceglie Messapica ha dovuto pagare per delle presunte avances ad una giovane, per le quali il fidanzato ha poi presentato il conto.

Tutto ha inizio all’una e trenta di notte, quando al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ceglie l’uomo, titolare di un’attività ricettiva, è stato ricoverato a seguito di aggressione. La vittima ha riferito che, mezz’ora prima, tre individui di corporatura robusta e con accento del luogo lo avevano aggredito nel piazzale antistante la sua struttura ricettiva, pestandolo brutalmente senza rivelarne le motivazioni. Dopo le prime cure, il 57enne è stata trasferito presso l’ospedale di Francavilla Fontana dove è gli è stata diagnosticata la frattura dell’orbita oculare e del setto nasale.

Da qui l’avvio, tempestivo, delle indagini. Un risultato lampo quello ottenuto dai Carabinieri della locale Stazione che hanno deferito in stato di libertà tre persone: un 54enne, un 30enne e un 24enne del luogo, tutti per concorso in lesioni personali gravi. Nello specifico è stato accertato che i tre indagati si sono resi responsabili dell’aggressione. Il movente della vicenda è da ricercare in alcuni apprezzamenti e lusinghe che il ristoratore avrebbe rivolto alla fidanzata di uno dei tre e precisamente il 30enne, fatto avvenuto all’interno di un locale pubblico di Ceglie.

L’evento ha fatto scattare dunque una spedizione punitiva in piena regola da parte dei tre indagati. Il 57enne è stato rintracciato vicino alla propria attività e aggredito violentemente.

Uno dei tre aggressori, il 54enne, a seguito di una perquisizione domiciliare, è stato anche denunciato per la violazione degli obblighi di custodia in riferimento alla detenzione di un fucile calibro 20 marca Beretta, nonché per l’illecita detenzione di 18 munizioni calibro 7.65. Tutto sottoposto a sequestro.

Articoli correlati

L’ex sindaco di S.Donato Conte: Miccoli non è un mafioso

Redazione

Morì sul lavoro a 30 anni, ci sono tre indagati

Redazione

Maxi furto di generi alimentari: inseguimento e arresto di 4 persone

Redazione

Pronta la sforbiciata per 13mila pass Ztl, la Commissione controllo vuole vederci chiaro

Redazione

Gallipoli, locale aperto dopo le 18: chiusura per 5 giorni

Redazione

Le mani della ‘Ndrangheta sulle scommesse di calcio: terremoto ai vertici del Brindisi

Redazione