Ordine pubblico: i residenti di Baia Verde ci pensano da soli

GALLIPOLI- Schiamazzi per tutta la notte, gente che dorme per strada, musica ad alto volume a tutte le ore. Chi fa da sé fa per tre e allora i residenti di Baia Verde non ci stanno a passare un’altra estate così e, come l’anno scorso, ma per due mesi invece che uno, ci pensano da soli. L’associazione Pro Baia Verde propone una convenzione con un istituto privato di vigilanza, che l’estate scorsa ha consentito un miglioramento nel controllo della quiete notturna. Spesso i vigilanti, su chiamata, hanno saputo risolvere bonariamente problemi di ordine pubblico. Quest’estate si tratterebbe allora di riproporre la convenzione per i mesi di luglio e agosto. C’è da dire che, a seguito di un incontro in prefettura, è stata assicurata l’installazione di telecamere di videosorveglianza e, se possibile, una maggiore presenza di forze dell’ordine. Ma affiancare la vigilanza privata a quella “pubblica” non può che far sperare in una vacanza degna di questo nome a quanti qui vivono e villeggiano. Le folle di ragazzi che frequentano spiagge e locali e il fatto che la stragrande maggioranza prenda in affitto appartamenti qui rendono la Baia affollatissima e, spesso, senza controllo. Perché basterebbe una pattuglia a far da deterrente, ma non sempre è possibile contarci. Ecco perché dall’associazione scrivono: “Siamo certi che un investimento sulla nostra sicurezza opportuno e auspicabile!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*