Senza soldi, costretto a vivere in un’auto. L’appello: “Aiutatemi a trovare un tetto”

LECCE- I soldi non gli bastano per mantenere un affitto e da qualche giorno è tornato a vivere per strada, o meglio in un’auto. Si tratta del signor Lorenzo, da qualche anno residente a Lecce e che ora si ritrova a mangiare e dormire in una Fiat Punto, presa in prestito da un’amico e parcheggiata giorno e notte in via Cairoli.

Lorenzo prende una pensione minima ma purtroppo non basta per mantenere un affitto, pagare le bollette e procurarsi da mangiare. Nessuno lo aiuta. Anzia sembra che più volte abbia fatto richiesta anche al Comune per poter avere un tetto sulla sua testa. Ma nulla si muove: lui continua a indebitarsi, e tornare a vivere in auto. L’unica nota positiva è l’affetto di alcuni leccesi e non, come anche dell’associazione Pronto Soccorso dei Poveri, che gli danno un minimo di sostegno per andare avanti. Ovviamente però questo non basta. Il signor Lorenzo non vuole andare via da Lecce ma al tempo stesso ha bisogno di una casa e di un lavoretto che gli consenta di continuare a vivere dignitosamente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*