Tap replica: trattasi di millantatori, domani esposto in Procura

minerva

LECCE – E proprio in merito alla denuncia dell’associazione di volontariato “Nuove Speranze” di Calimera, TAP interviene per smentire categoricamente di essere coinvolta nel fatto o anche solo a conoscenza di quest’ultimo. Dopo contatti con l’associazione, la multinazionale annuncia per domani la presentazione di un apposito esposto in Procura, a carico di ignoti, per individuare il possibile millantatore.

TAP non agisce tramite “emissari”, ma in modo trasparente e alla luce del sole -si legge nella nota- a sostegno delle associazioni no profit del Terzo Settore attraverso i bandi pubblici aperti a tutti del progetto TAPStart, che lo scorso anno ha assegnato un totale di 200mila euro a otto associazioni di Melendugno, e che quest’anno è stato rinnovato per una cifra doppia.

Chiunque venisse contattato da sedicenti “emissari” di TAP -conclude la multinazionale- provveda a segnalarli ai nostri uffici: sarà nostra cura e interesse denunciare queste persone all’Autorità giudiziaria”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*