Eventi

La storia apre le porte: inaugurato il Museo dedicato a Mons. Aldo Garzia

NARDO’- Emozionante cerimonia in occasione del taglio del nastro del museo diocesano intitolato a monsignor Aldo Garzia, primo vescovo della diocesi di Nardò – Gallipoli (dal 1986 al 1994). Si tratta di un importante spazio artistico e culturale, che si aggiunge alla già importante rete museale cittadina, Il Museo, che occupa il primo piano dell’antico Seminario vescovile, nel cuore del centro storico di Nardò, ospita statue, suppellettili , paramenti sacri, e preziose tele, alcune delle quali recuperate nel corso degli anni, insieme a libri antichi, trafugati e poi ritrovati grazie alle ricerche certosine dei due direttori dell’ufficio che si sono avvicendati negli anni: don Santino Bove Balestra e monsignor Giuliano Santantonio

“I veri musei sono quei posti dove il Tempo si trasforma in Spazio”, – dichiara il vescovo della diocesi Fernando Filograna, citando lo scrittore turco Orhan Pamuk, premio Nobel per la letteratura nel 2006, che poi continua – “Sono rimasto ammirato dalla professionalità e dalla passione di quanti hanno prima sognato e poi realizzato, tassello dopo tassello, questa sezione del Museo Diocesano. Sono infatti tante le persone coinvolte, le donne e gli uomini che hanno creduto in questa modalità di comunicazione dei valori del Vangelo e della Tradizione in maniera tangibile, mediante la raccolta e l’esposizione di opere un tempo nascoste che diventano per la prima volta fruibili da parte di chi vorrà visitare con la mente e con il cuore tale Museo. Le opere d’arte sono testimonianza viva e pertanto strumento di evangelizzazione permanente in una società che, oggi più di ieri, ha bisogno di toccare con mano quanto la Chiesa ha saputo costruire nel tempo attraverso le mani di tanti uomini ispirati da Dio e dallo Spirito Santo che è Creatore”.

Articoli correlati

Tradizione e divertimento: in scena la Festa Te lu Pane Cunzatu

Redazione

Archeologia, il ventre di Ugento restituisce una grande tomba romana

Redazione

Btm 2020: una tre giorni di successo

Redazione

“Un attimo”: c’è Scatthaze

Redazione

Alle 21.30 torna ‘Terre del Salento’

Redazione

La grande guerra in mostra al castello Carlo V

Redazione