Abbandono incontrollato di rifiuti: sequestri e denunce

VILLA CONVENTO- Abusivismo, emissioni non autorizzate e deposito incontrollato di rifiuti. Raffica di controlli e sequestri in provincia di Lecce da parte dei carabinieri del Noe.
A Villa Convento, i militari hanno posto i sigilli su un’area di circa mille mq, all’interno della quale,si stava effettuando abusivamente attività di sabbiatura di termosifoni, con conseguente formazione di emissioni all’aria aperta. Presenti nel terreno anche diversi rifiuti edili, lignei e fangosi. Sequestrati anche un compressore, un muletto ed altra attrezzatura utile per lo svolgimento dell’attività. Denunciato invece il legale rappresentante della societa’ proprietaria del terreno per deposito incontrollato di rifiuti speciali, emissioni in atmosfera non autorizzate e getto pericoloso di cose. Il valore complessivo dei beni sottoposti a sequestro è  di circa 60mila euro.

Altri sequestri a Sannicola, in località Doganieri, e nella zona industriale di Taviano. Nel primo caso, il Noe ha posto i sigilli su un’area di circa 3mila mq, sulla quale erano stati stoccati  rifiuti speciali e non pericolosi. Denunciati il proprietario del terreno e l’imprenditore edile che lo aveva in uso. Entrambi sono accusati per deposito incontrollato e gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi.

Infine a Taviano, sottoposta a sequestro un’area di circa 3500 mq, di proprietà comunale. Anche in questo caso erano stati stoccati  rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*