“Fu suicidio”: la consulenza sulla 22enne trovata morta a San Cassiano scagiona il fidanzato

minerva

SAN CASSIANO- La consulenza medico legale conferma che fu suicidio quello della 22enne trovata morta a San Cassiano nel settembre scorso. L’atto, a firma del medico legale Alberto Tortorella, è stato depositato in Procura e di fatto scagiona il fidanzato, primo indiziato, poiché non sono stati trovati segni di violenza sul corpo della giovane.
La pm Maria Vallefuoco aveva aperto un fascicolo con l’accusa di omicidio volontario, comunque a carico di ignoti. Il fidanzato venne ascoltato come persona informata sui fatti e confermò un acceso diverbio con la 22enne prima del tragico epilogo. La ragazza era stata ritrovata con la cinghia della borsa attorno al collo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*