Cronaca

Xylella: “un nanovettore inoculato nei vasi linfatici degli ulivi per sconfiggere il batterio”

BARI-  Immaginare dei nanovettori in circolo all’interno dei vasi linfatici degli ulivi millenari infetti in grado di contrastare la Xylella fastidiosa e il gioco è fatto. E’ quanto si propone di realizzare il cluster tecnologico regionale TAPASS (Tecnologie Abilitanti per Produzioni Agroalimentari Sicure e Sostenibili) attorno al quale stanno lavorando sei organismi di ricerca, nel dettaglio Università di Bari, Foggia, Salento, CRSA Basile Caramia, CNR e il distretto agroalimentare regionale D.A.Re
Il progetto è stato valutato positivamente dagli esperti regionali tanto da risultare ammesso a finanziamento come 18° in graduatoria su 126, a valere sull’Avviso Pubblico emanato dall’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia per finanziare progetti di ricerca e sviluppo promossa da Cluster Tecnologici.

“E’un progetto in cui riponiamo molte speranze – ha spiegato il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele –. “Abbiamo già testato gli effetti – ha spiegato il Dott. Giuseppe Ciccarella dell’università del Salento – sulle piantine di ulivo e i risultati sono ragguardevoli. Si tratta di inoculare negli esemplari infetti nanovettori, ottenuti attraverso protocolli di incapsulamento di prodotti anti xylella fastidiosa, contenenti prodotti tradizionalmente usati in agricoltura come ioni rame, ioni zinco, solfato di rame, capaci di raggiungere velocemente e colpire selettivamente la xylella laddove si annida, ovvero negli xilemi, vasi linfatici dalle dimensioni di circa 20 micrometri. Ovviamente essendo nanovettori l’impatto sulla pianta e sull’ambiente sarà decisamente più blando dei consueti strumenti di lotta alle fitopatie “

Articoli correlati

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione