Cronaca

Xylella, il presidente nazionale Cia: “Sacrificare degli ulivi per salvare tutti gli altri.”

LECCE- “L’ulivo è il simbolo dell’Italia, del Sud Italia e non possiamo assolutamente perderlo. Dobbiamo sacrificarne alcuni esemplari per tutelare tutti gli altri”.
A parlare è il presidente nazionale della confederazione italiana agricoltori Dino Scanavino che, presso la camera di commercio di lecce, ha incontrato gli addetti ai lavori per parlare del batterio killer degli ulivi, la Xylella fastidiosa.  E ancora: si deve investire in ricerca, perché “le menti le abbiamo”. Insiste sui finanziamenti, perché gli agricoltori, che sono vittime, non possono pagare anche i costi del disastro.




 E infine mette in guardia: “Non esiste alcuna soluzione miracolosa, non credeteci”.

Articoli correlati

Giovane tarantino muore in incidente a Reggio Emilia

Redazione

Bracconieri fermati in tutta la provincia, fioccano le denunce

Redazione

Campi, si cerca ancora la bara di Mira Montinaro

Redazione

Ministero della Difesa condannato a risarcire per il “mobbing” dell’ufficiale al soldato

Redazione

Noemi, Lucio condannato a 18 anni e 8 mesi

Redazione

Noe, rifiuti speciali e materiale fangoso in azienda vitivinicola: scatta sequestro

Redazione