Liguori: “Lunedì tamponi e poi allenamenti collettivi. Crediamo nella salvezza sul campo”

Corrado Liguori, vice presidente U.S. Lecce (foto P.Pinto)

LECCE – “Si sono create le condizioni per riprendere prima gli allenamenti individuali e presumo da lunedì, dopo che facciamo la seconda tornata di tamponi, anche quelli di squadra.
Se in questo periodo non dovessero esserci grosse ripercussioni come contagi nel paese, credo che la strada giusta sia quella di riprendere a giocare, perché conta solo il verdetto del campo”.

Corrado Liguori vicepresidente del Lecce, è intervenuto via Skype a Lecce Channel ed ha fatto il punto della situazione sull’ormai imminente ripresa dell’attività agonistica. Nei primi giorni della prossima settimana saranno effettuati di nuovo i tamponi, tutte le visite e poi via agli allenamenti di squadra utili a riprendere il campionato, per giocare le restanti 12 giornate, un vero e proprio tour de force, una gara ogni 72 ore e come spiega è un torneo a parte:

Corrado Liguori vicepresidente US Lecce

È un torneo a parte, come un campionato del mondo , come un europeo, si gioca tutto in un mese e mezzo, sarà esperienza nuova, ci saranno variabili differenti rispetto al campionato. Mi riferisco al fatto che si giocherà a porte chiuse che non è un dettaglio da poco, perché è un altro tipo di calcio, poi si scende in campo ogni 3 giorni, fa caldo, non si può esultare, non ci si può avvicinare agli arbitri; è evidente che oltre all’aspetto prettamente agonistico e sportivo si aggiunge una grande capacità di concentrazione ed una una grande capacità di entrare immediatamente nei meccanismi di questo torneo che è diverso, ci saranno elementi di cui bisognerà tener conto per raggiungere la salvezza”.

Un telespettatore intervenuto telefonicamente lo identifica come icona per i tifosi giallorossi ma ancora una volta Corrado Liguori spiega il concetto di gruppo, la vera forza di questa società, di questa squadra:

Lo ringrazio ma le icone sono ben altre, però devo dire che è un aspetto importante la considerazione dei tifosi, non tanto per la persona, perché io e il presidente siamo quelli per un discorso delle cariche sociali siamo quelli che vedete più spesso, ma il termine icona più che a me debba essere indirizzato a questa proprietà, perché siamo un gruppo molto unito e coeso, un gruppo senza nessuno dei quali non avrebbe potuto raggiungere risultati importanti. Accetto il complimento ma lo trasferisco all’intera proprietà”.

Il 30 giugno scadranno tanti contratti e prestiti, l’ennesima anomalia da controllare e modellare in questa nuova ripresa:

Siamo in attesa di sapere come muoverci, sicuramente ci saranno delle proroghe, è evidente, ma è un aspetto non ancora trattato perché c’erano altre priorità, la prima mettere apposto il protocollo per riprendere gli allenamenti in sicurezza, il secondo far ripartire il campionato e poi c’è il tema dei diritti tv e delle situazioni contrattuali… è evidente che se il campionato dovesse finire oltre si troverà una soluzione”.

Il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina non ha escluso l’ipotesi play off e play out per concludere il campionato ma Liguori è duro e categorico:

Corrado Liguori, vicepresidente del Lecce

su questo tema sono molto esplicito e chiaro e se il campionato inizia deve finire col format stabilito e previsto, quindi noi siamo favorevoli al verdetto espresso dal campo giocando tute le partite, tutto il resto e le regole messe in corsa con criteri ancora da definire sono inaccettabili”.

Infine chiude col solito piglio ottimistico parlando della salvezza:

Ci crediamo tantissimo, riteniamo di avere una squadra di brave persone che daranno l’anima; e li ringrazio per l’accordo trovato sugli stipendi, ancora una volta hanno dimostrato l’attaccamento a questa maglie ed a questa società e daranno il massimo per mantenere questa serie A che abbiamo conquistato con sacrificio”.

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*