Morte gruista ex Ilva, indagata Arcelor Mittal

TARANTO – È salito a dieci il numero degli indagati dalla procura di Taranto per la morte di Cosimo Massaro, il gruista di ArcelorMittal morto il 10 luglio scorso dopo che la gru sulla quale stava lavorando al porto di Taranto si è spezzata per una tempesta precipitando in mare.

Ai nove già iscritti nel registro degli indagati si è aggiunta anche la società ArcelorMittal Italia: le ipotesi di reato sono di concorso in omicidio colposo e rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro.  Il corpo di Massaro fu recuperato dopo tre giorni di ricerche nelle acque del porto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*