#unautoperersilia, il Salento si mobilita

SALENTO – La causa di Ersilia, la ragazza ventenne di Salve che è in stato semi vegetativo da quanto un terribile incidente stradale ha rischiato di ucciderla commuove ed unisce il Salento che in questi giorni, in queste ore, si mobilita per la causa. Obiettivo: donare alla famiglia un’auto attrezzata al trasporto della sedia a rotelle elettrica, perchè “Ersilia” possa finalmente uscire senza troppo disagio. Un desiderio espresso da una madre ed un padre straordinari, che con la forza dell’amore dal quel tragico 26 ottobre del 2017, nonostante il fato abbia tentato di spezzarlo per sempre, affrontano ogni giornata.

Da qui, l’iniziativa, con tanto di ashtag, #unautoperersilia: una campagna lanciata dall’editore di TeleRama Paolo Pagliaro, assieme al sindaco di Salve Francesco Villanova. Una raccolta fondi per raggiungere l’obiettivo. E i primi a dare l’esempio sono proprio loro: CuoreAmico ha immediatamente donato 1.000 euro.

Nel frattempo, l’amministrazione comunale di Salve si è messa in moto con una serie di inziative: in queste ore il consiglio comunale , il Sindaco, gli assessori ed i consiglieri faranno una raccolta personale. Tutte le associazioni del paese si sono riunite con lo stesso obiettivo. E nei prossimi giorni è in programma una tombolata.

Perché ognuno dia un apporto alla famiglia Giudice. E non finisce qui.

Donare per acquistare un mezzo speciale per Ersilia è semplice: si può utilizzare il C/C 800 della Banca Popolare Pugliese intestato a CuoreAmico, causale “un’auto per Ersilia” o l’iban che vedete in foto.

Al momento sono stati raccolti 6.490,00 euro, è questo l’importo contabilizzato grazie anche alle donazioni della Fondazione Giorgio Primiceri della Banca Popolare Pugliese, Carmine Luciano Barbetta, Anna Maria Claopazzo – Iaia, e ancora:  Nicola Rizzello per Carla Vincenzi, Maria Cauzo, Luigi Mighali, Giovanni Fracasso, Eupreprio Spada,, Luigi Greguccio, Massimo D’Amico, Osvaldo Fersini, Lucia Piccolo, Giancarlo Calcagni, Luigi Giaccari, Antonio Macalea, Romano Fiore, Cosimo Angelini, Nicola Pepe, Virgilio Provenzano, Giuseppe Cariello, Giovanni Colella, Cosimo Nobile, Masseria Pascoluse, Francesco Nicola, Nano Calabrese, Martina Armeno, Riccardo Perrone, Michele Palazzo, Cristian Santoro, Rosanna Riccio, Print House di Tasco, Alessandro Pinto, Rosario Mazzurco, Walter De Donno, Sergio Marullo, Vito Desiena, Elio Albanese, Parrocchia San Giovanni, Maria Da Guadalupe, Giovanni Greco, Van Petese, Giacomo Villanova, Corrado e Antonella Ricciato, Claudio Indino, Antonella Fanciullo, Nicola Rizzello. Ma non solo, tanti altri non hanno voluto far mancare un gesto d’amore, che sarà a breve contabilizzato dalla banca.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*