Minerba: Salvini merda ma solo perché portavoce del pubblico

ARADEO – A sollevare il caso l’opposizione di Centrodestra. L’accusa è dura: dal palco durante la festa d’estate di Aradeo, patrocinata dal Comune, offese pesanti rivolte a Matteo Salvini da parte dell’ospite Giovanni Minerba, Presidente del Lovers Film Festival. “Ha dato della “merda” al ministro degli Interni” -specifica l’opposizione per voce della consigliera Emanuela Stifani- si è dimostrata aggressività non pertinente né alla serata di svago né agli spettatori presenti. Ci aspettiamo le pubbliche scuse da parte della Amministrazione”.

Il sindaco Luigi Arcuti, da noi contattato, ha detto di essersi immediatamente dissociato dacché era presente e, al momento delle parole grosse, ha letteralmente alzato le mani allontanandosi dal palco. “Non è stato nessuno dell’amministrazione a pronunciare quelle parole -ha incalzato- dalle quali io prendo le distanze”.

Lui, il diretto interessato Giovanni Minerba, contattato da TeleRama respinge ogni accusa e chiarisce: “dopo aver interpretato, recitandolo, un testo degli Àpres la classe tradotto in italiano, sono sceso dal palco. Il pubblico mi ha detto che avrei potuto aggiungere “Salvini merda” e, una volta tornato ad esibirmi, ho riferito testualmente queste parole nel ruolo di portavoce del pubblico. Ho riferito, con il sorriso, l’accaduto, ma non ho mai fatto mia questa frase”.

Parla di polemica infondata Minerba. “Il testo che ho interpretato dipinge perfettamente l’attuale situazione in Italia, di per sé bastava a rendere l’idea. Nessuna incitazione alla violenza. Davanti ad un ministro che da anni maltratta il sud tacciare di aggressività quell’esibizione non può che essere assurdo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*