Consiglio urgente, per il segretario è ammissibile. Delli Noci: “richieste di incontro dal Centrodestra”

LECCE- Il Consiglio comunale urgente richiesto da dodici consiglieri dell’opposizione è ammissibile, secondo il segretario comunale Vincenzo Specchia. Sulla proposta di delibera, invece, i dubbi ci sono e nei prossimi giorni il dirigente agli Affari generali dovrà scioglierli dando il suo parere di regolarità tecnica: una parte degli esponenti del centrodestra, guidati in questo caso da Gaetano Messuti, hanno chiesto, infatti, di votare in assiste le linee programmatiche del sindaco Carlo Salvemini, alla luce della nuova maggioranza in seguito alla sentenza sull’anatra zoppa. “Il testo unico degli enti locali, però- ci spiega Specchia – vengono presentate dal sindaco al Consiglio ma non è previsto che vengano approvate o messe ai voti. Tuttavia, il Consiglio potrà decidere di autodeterminarsi e comunque votarle”.

Si attenderanno, dunque, i prossimi giorni, venti al massimo.

La richiesta di portare in Consiglio quel voto, anticipando quello sul bilancio, è probabilmente un modo per stanare prima i consiglieri di centrodestra più possibilisti ad una trattativa con il duo Salvemini-Delli Noci. E il vicesindaco non nega il dialogo in corso. Anzi, ammette, scegliendo di non fare i nomi, le richieste di confronto giunte da esponenti dei banchi dell’opposizione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*