No Triv, il Salento non si arrende

PESCOLUSE- Proprio sul mare la grande catena umana che si è unita per circa 5 chilometri con un unico slogan: No alle trivellazioni alla ricerca del petrolio. Il mare, vittima di decisioni governative contro le quali i sindaci del Capo di Leuca si battono ormai da mesi.
La manifestazione si è svolta a Pescoluse, marina di Salve, tra i bagnanti, ancora moltissimi, che affollano quel tratto di spiaggia e di costa messo fortemente a rischio, nella sua bellezza e nella sua vocazione turistica, dalle trivellazioni.

Perché i danni che queste possono provocare sono enormi: sull’habitat marino e sulle coste. È giusto che tutti lo sappiano, anche i turisti che amano il salento. I sindaci, alcuni parlamentari, le associazioni, fanno al governo delle precise richieste

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*