Buon compleanno Filippo

QuattroStelle

LECCE- Questo è la storia di Filippo Fasanelli: il guerriero dai lunghi capelli, la passione per le spade e per le moto, da un cuore tanto sensibile da scrivere un inno alla vita in prossimità della morte. 

Filippo è morto a 19 anni perché un male incurabile lo ha portato via all’improvviso, e gli ultimi anni della sua vita li ha trascorsi nel reparto di oncologia del Vito Fazzi .

Filippo è nato il 22 dicembre di 27 anni fa, oggi sarebbe un uomo. Anche il reparto di maternità era addobbato per il Natale. Tornò a casa proprio il giorno della vigilia, stretto tra le braccia del papà e della mamma Gisella. La storia di Filippo ce la racconta lei, lei che tiene vivo in tutti i modi il suo ricordo pubblicando le sue foto, organizzando spettacoli, eventi culturali, raccolte fondi, ora anche un concorso di poesia.

Filippo sorrideva sempre, era un bambino e poi un ragazzo pieno di voglia di vivere, niente lasciava presagire la piega triste che avrebbe avuto ben presto la sua vita. Aveva un’amica inseparabile la sua moto Pamela, il suo cane, che morì poco dopo, per il dolore, i capelli sempre lunghi, il suo orgoglio. Era appassionato di film d’avventura e i suoi modelli erano i cavalieri medievali .

Fantasie che ben presto avrebbe dovuto usare nella vita reale perché all’arrivo della malattia ha lottato come un guerriero , a testa alta, tenendosi stretto quella vita che stava per perdere. Il liceo Pedagogico siciliani che Filippo ha frequentato gli ha intitolato la palestra. Aveva vinto una borsa di studio in fisica nucleare e avrebbe dovuto ben presto cominciare una nuova prestigiosissima avventura.

Non ha fatto in tempo a cominciarla e il 10 aprile del 2007 Filippo se ne è andato. Ma il suo ricordo non morirà mai, lo tiene vivo sua madre Gisella che a lui ha dedicato l’associazione Filippo e Panaro, perchè sarà piena di arte e di poesia, le cose che a Filippo piacevano di più. 

filippo2

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*