Paura all’Arlotta, atterraggio d’emergenza per un harrier

GROTTAGLIE- Paura all’aeroporto di Grottaglie. Un harrier, è decollato intorno alle 12,30, per un volo di ricognizione, quando un’avaria all’equipaggiamento elettronico lo ha costretto a un atterraggio di emergenza. Il pilota, un militare della Marina militare di Taranto, ha lanciato immediatamente l’allarme alla torre di controllo. L’atterraggio ha permesso di evitare il peggio. Il veivolo infatti ha rischiato di prendere fuoco.

L’intervento è tutto affidato alla squadra anticendio dell’aeroporto di Grottaglie dove sono in forza otto vigili del fuoco. Due in particolare i mezzi impiegati; Dragon e Poseidon, due veicoli anticendio dalla portata di seimila litri d’acqua ciascuno. È stata utilizzata anche l’Asa, e cioè una particolare scaletta alta sei metri, che è in grado di tagliare le lamiere di un aereo, a tempo di record.

L’aeroplano militare, aereo a decollo verticale, avrebbe potuto incendiarsi in aria, senza dare il tempo al pilota di mettersi in salvo in alcun modo. Il guasto ha fatto temere il peggio, ma fortunatamente la prontezza del militare e degli interventi hanno permesso che l’incidente si chiudesse con il lieto fine.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*