‘Natuzzi’ va in Brasile, un altro colpo al made in Italy. 2.000 a rischio

divani

TARANTO  –  Va verso al chiusura la storica fabbrica di divani di Laterza la ‘Natuzzi’, chiusura almeno per quanto ruiguarda la sede tarantina. L’azienda infatti sta pensando alla delocalizzazione della produzione in Brasile, dove ha aperto uno stabilimento nel 2010.

Attualmente, oltre che in Brasile, ‘Natuzzi’ produce in Cina, India e Romania. A rischio soppressione, sono gli impianti in Puglia e in Basilicata. Questo significherebbe in termini occupazionali, mandare a casa quasi 2.000 dipendenti (su un totale di 2.700).

I lavoratori, a rischio licenziamento, hanno deciso  di presidiare ad oltranza lo stabilimento di Laterza, uno sciopero in atto da martedì scorso ed in calendario per venerdì 28 giugno. Il corteo arriverà fino a sotto gli uffici del governatore Nichi Vendola.