Il Lecce sogna il ‘5 maggio del Trapani’

Antonio Toma

LECCE   –   Anche il Lecce sogna il proprio 5 maggio. Una data che i tifosi di calcio ricordano per la sconfitta dell’Inter ad opera della Lazio e il sorpasso della Juve con conseguente scudetto. Il Girone A di I Divisione, quello che alla vigilia si presentava, nell’immaginario di molti, come un’autostrada verso al Serie B per la squadra giallorossa, è diventato una scalata verso il campionato cadetto e tra Lecce e Trapani, le due squadre di testa si è stabilito un ponte mediatico.

Almeno per le tifoserie con l’orecchio, minuto per minuto, ai passi dell’avversario. A 180′ minuti dalla fine, Lecce e Trapani gufano sull’impegno della concorrente diretta. Il Trapani ha un piccolo grande vantaggio dalla sua: un +5 nella differenza reti generale che permetterebbe ai siciliani di lasciare il campionato di I Divisione senza fare ricorso ai play-off. Una battaglia che i giallorossi salentini farebbero volentieri a meno, ma le probabilità, ora, sono assai ridotte.

Comunque, entrambe hanno l’obbligo di vincere. Altra differenza tra le due capolista è che il Lecce per annullare il gap dal Trapani dovrebbe ridurre e quindi ribaltare la differenza reti.

Compito assai arduo per la formazione di Toma che ha un calendario sicuramente più difficile rispetto al Trapani. I giallorossi affronteranno Carpi e Albinoleffe, mentre il Trapani incontrerà Reggiana e Cremonese. Difficilmente gli emiliani riusciranno a tirarsi fuori dalla bagarre dei play-out, ma cercheranno almeno di ottenere una posizione migliore di quella attuale, per quel che vale. Inoltre, a Trapani i granata emiliani saranno accolti da un clima molto infuocato.

Toma ha chiesto alla propria squadra di concentrarsi esclusivamente sul Carpi, cliente già difficile e brutta gatta da pelare. Pensare di poter fare una goleada alla squadra di Brini che ha la terza miglior difesa del campionato, alla pari del Trapani, è un azzardo. Meglio concentrarsi sulla vittoria che “darebbe un senso”, ha detto Toma all’ultima partita che il Lecce giocherà a Bergamo contro l’Albinoleffe, con i bergamaschi forse ancora in corsa per i play-off.

Rispetto alla partita di Bolzano, il Tecnico del Lecce Toma perde per squalifica Giacomazzi ed Esposito mentre recupera in difesa Martinez, il quale dovrebbe andare in campo dall’inizio. Ai box ancora Pià e Foti. Al posto di Giacomazzi il più accreditato alla sostituzione è Zappacosta.

Questa la probabile formazione: Benassi in porta; Diniz, Martinez, Di Maio e Fatic in difesa; De Rose e Zappacosta a centrocampo; Chiricò, Jeda, Bogliacino e Memushaj in attacco.

Chevanton, pertanto, nonostante il gol vittoria contro l’Alto Adige. Potrebbe partire dalla panchina.

Arbitrerà l’incontro Cifelli di Campobasso. Fischio d’inizio alle 15.