Cantieri pericolosi e multe, la protesta delle mamme

verbale-300x250

LECCE     –     Il giardino della scuola materna usato come deposito dei materiali del cantiere, con tanto di bagno chimico per gli operai, il cancello perennemente aperto, l’uscita di sicurezza bloccata e nessun preavviso è stato dato ai genitori.

Queste sono le foto degli scavi in Piazza Partigiani a Lecce, dove sono stati avviati i lavori di riqualificazione della zona, senza che sia stato affisso alcun cartello di inizio lavori, nè alcuna foto del progetto.

Denunce e foto ci sono state inviate a dilloatelerama@gmail.com da genitori e commercianti della zona. Questi ultimi lamentano il fatto che, improvvisamente, si sono visti eliminare i parcheggi davanti alle loro attività e che c’è tolleranza zero per i clienti che sostano là dove non dovrebbero, che puntualmente vengono multati.

La piazza –  ci scrivono  – è bloccata”. Oggi va meglio rispetto a ieri, ma non sappiamo quanto il lavori dureranno, nè se il Comune abbia previsto di creare dei parcheggi sostitutivi. Ma la preoccupazione maggiore è quella delle mamme dei bimbi che frequentano la scuola. “La sicurezza dei nostri figli non è garantita”, scrivono e si domandano se proprio non si potesse aspettare giugno, quando la scuola sarà chiusa, per dare il via ai lavori.

Ma ci sono altre mamme che si sono rivolte a noi: quelle dei bambini che frequentano l’Istituto Comprensivo IV Circolo a Lecce in Via Cantobelli.

“E’ una vessazione multare le mamme che accompagnano i figli a scuola”. Comincia così la lettera di protesta a firma di una mamma che, come documentato da queste foto, ieri mattina si è trovata sul parabrezza dell’auto una multa di 40 €.  La multa è stata fatta da un Vigile Urbano alle 8. 30 del mattino. “Avevo lasciato la macchina in doppia fila per pochissimi minuti.

Niente da dire sulla sanzione  –  continua la lettera – dal momento che la legge dice che è vietato parcheggiare in doppia fila. Il problema è che, come ogni mattina, centinaia di auto si accalcano alla stessa ora sulla stessa strada per portare i figli a scuola ed è davvero impossibile che ci sia un parcheggio regolare per tutti.

 Per questo giornalmente i Vigili Urbani che presidiano la zona, tollerano la sosta anche in doppia fila solo per pochi minuti. Sembra però – dice – che le regole evidentemente cambino di giorno in giorno”.