Ylenia, Al Bano spiega: “Metto fine a 20 anni di martirio”

Ylenia Carrisi

CELLINO S.MARCO (BR)  –  Non avrei mai voluto farlo e difatti, ho aspettato 10 anni in più. Ma mi hanno convinto, per ragioni tecniche, a presentare istanza. Mettiamo fine così a venti anni di martirio’’. Così Al Bano Carrisi commenta la decisione di avviare le procedure atte a decretare la morte presunta della figlia Ylenia, scomparsa nel 1994.

“E’ un atto dovuto che è necessario per una serie di questioni pratiche. Si badi bene, si parla di morte presunta. Il che significa – sottolinea l’artista cellinese – che un barlume di speranza resta comunque, anche se è passato così’ tanto tempo”. 

L’istanza, presentata dal legale Sandro Caforio e apparsa su alcuni quotidiani locali, si conclude infatti con un invito  “a chiunque abbia notizie a farle pervenire al Tribunale entro 6 mesi dall’ultima pubblicazione”.

Commenti

  1. Maurizio scrive:

    Al telefono Al Bano: “mi hanno costretto”…