Ultimi ritocchi, la giunta è quasi giunta

pal carafa

LECCE – Animi distesi e volti sorridenti, come potete vedere in queste foto scattate al primo piano di Palazzo Carafa che ritraggono il gruppo di “Grande Lecce”: il consigliere regionale Roberto Marti, Luca Pasqualini, in pole per l’assessorato, ma anche un altro papabile assessore Alessandro Delli Noci per Fli. La giunta sarebbe quasi pronta, l’ufficializzazione è attesa fra sabato e lunedì.

Paolo Perrone starebbe vagliando una rosa di nomi al femminile per la carica di assessore, in pole resterebbe Carmen Tessitore. L’ultimo vero scoglio riguarda invece Alba Service, partecipata della Provincia di Lecce in prestito al Comune, rivendicata dai consiglieri provinciali che non sarebbero intenzionati a fare sconti, in particolare Mino Frasca.

Ora dunque il punto interrogativo è su Damiano D’Autilia, se dentro o fuori l’esecutivo di Perrone. Se sarà in giunta, vorrà dire che Perrone avrà perso il braccio di ferro col gruppo consiliare, in caso contrario, Frasca sarebbe pronto a tirare le somme e fare le dovute considerazioni. A sciogliere il nodo sarà, con molta probabilità, l’ultimo vertice fra Perrone, Fitto e Gabellone, in programma nelle prossime ore.

Fonti interne al Pdl assicurano che l’ex Ministro non avrebbe intenzione di spaccare il gruppo in Provincia e potrebbe chiedere il sacrificio a Severo Martini, in lizza per la riconferma all’Urbanistica, per far entrare D’Autilia e calmare le acque in Provincia. Sarebbero questi, gli ultimi due nodi da sciogliere prima dell’ufficializzazione della giunta. Attilio Monosi dovrebbe essere riconfermato al Bilancio, Messuti Lavori pubblici, Martini o D’Autilia all’Urbanistica, Coclite per la quota Mantovano, Guido all’ambiente, la donna in quota “La Puglia prima di tutto” alle pari opportunità, Pasqualini per “Grande Lecce”, Battista per “Io Sud”, a lui Mobilità e Trasporti, Delli Noci per “Futuro e Libertà” alle Politiche giovanili. A “Regione Salento” dovrebbe andare la Presidenza del Consiglio. Salvo colpi di scena, questa dovrebbero essere i nomi della squadra di governo di Perrone.

di Francesca Pizzolante