Attualità

Vicenda Edison – da giorni uno strano silenzio…

BRINDISI – Sarà una combinazione, ma dopo le spaccature tra forze politiche e la imponente manifestazione di piazza svoltasi nei giorni scorsi, sulla vicenda Edison pare essere piombato un silenzio assordante. L’azienda, nel corso di una conferenza da remoto con il presidente dell’Autorità Portuale Ugo Patroni griffi, aveva fatto sapere che avrebbe incontrato immediatamente le organizzazioni imprenditoriali e sindacali, oltre a chiunque aveva manifestato interesse a ricevere chiarimenti.

Allo stato attuale, però, nessuno ha ricevuto inviti e quindi si aspettano novità che tardano ad arrivare.

A Palazzo di Città, invece, si aspetta il rientro dalle ferie dei dirigenti per poter fissare incontri con Ferrovie dello Stato, Enav e con tutti i soggetti a vario titolo coinvolti dalla realizzazione del deposito di GNL. Il tutto, in vista della seduta monotematica di consiglio comunale che dovrebbe svolgersi dopo la sessione di bilancio e quindi presumibilmente nell’ultima decade di settembre.

A tutto questo, poi, si aggiunge il silenzio altrettanto incomprensibile della Regione Puglia. Fatta eccezione per i consiglieri Bruno e Amati, infatti, non si pronuncia nessuno nonostante sia proprio la Regione a dover verificare se le modifiche apportate al progetto comportano la necessità di far ripartire sostanzialmente da zero l’iter autorizzativo. Non parlano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle (nonostante qui i penta stellati siano in prima fila nella protesta. E tacciono anche le altre forze politiche a livello regionale). Anzi, ci si aspetta che sia proprio il presidente Emiliano, anche sulla scorta delle sollecitazioni arrivate dalla piazza e dalla richiesta di chiarimenti ufficializzata dallo stesso Partito Democratico, a prendere la parola e ad offrire garanzie ai cittadini in merito alla correttezza delle procedure ed alle garanzie che impianti come il deposito di GNL non pregiudichino lo sviluppo del porto di Brindisi.

Insomma, i brindisini chiedono che qualcuno fornisca chiarimenti, che qualcuno rassicuri tutti perché proprio il silenzio è il migliore alleato di chi ha difficoltà a mettere le carte in tavola.

 

Mimmo Consales

Articoli correlati

Addio a Riu, il “gorilla triste” di Fasano

Redazione

Presentato alla comunità di Salve il Piano urbanistico generale

Redazione

Polizia locale, controlli straordinari per garantire la sicurezza

Barbara Magnani

Palazzo Carafa “Aperto alle emozioni”: “Benvenuti a casa vostra”

Barbara Magnani

Incontro del MRS, Pagliaro: “Terme punto focale del futuro del territorio”

Barbara Magnani

Screening gratuiti di Confesercenti Brindisi: informazione e formazione

Andrea Contaldi