Cronaca

Gallipoli, controlli in strada e in spiaggia nella notte di San Lorenzo. Denunce, espulsioni e verbali

GALLIPOLI – Denunce, espulsioni e sanzioni varie. Non è mancato nulla nella notte di San Lorenzo a Gallipoli con un mirato servizio interforze concentrato inparticolare sulla zona della Baia Verde. Polizia, Carabinieri, guardia di Finanza Polizia Locale e Guardia Costiera in campo, meglio dire, in strada e in spiaggia per contrastare fenomeni e reati in materia di furti, spaccio, aggressioni e accampamenti vari.

5 gli stabilimenti balneari sottoposti a controllo, tutti risultati in regola sotto il profilo della sicurezza balneare. Sarà sottoposto a ulteriori verifiche un altro lido in cui venivano somministrati alcolici oltre all’orario consentito dall’ordinananza comunale e in cui era presnete musica da ballo. Altri tre esercizii pubblici invece sono stati sanzionati per occupazione di suolo pubblico nel centro storico della città.

Ma l’operazione congiunta ha raggiunto il clou alle primissime luci dell’alba in zona baia Verde dove era presente un accampamentod i extracomunitari , risultati soltanto in parte in regola con il permesso di soggiorno. Tende, fornelli, sdraio, pentole, materassi. Tutto depositato in spiaggia a ridosso di alcuni lidi. Un altro extracmunitario è stato trovato in possesso di 15 dosi di cocaina e marijuana.

Altri verbali sono stati elevati a chi bivaccava sull’arenile. Infine il servziio delle forze dell’ordine si è concluso con la denucnia di 4 govani accusati di rissa aggravata da lesioni gravi. Uno di loro è finito in ospedale con prognosi di 30 giorni.

Articoli correlati

Salento, scoperta evasione fiscale nel settore turistico marittimo

Redazione

Vasto incendio a Spiaggiabella. Le fiamme lambiscono alcune abitazioni

Antonio Greco

Associazione mafiosa, 4 arresti dopo il ricorso della Dda di Lecce

Redazione

La Guardia Costiera di Brindisi salva sei diportisti

Andrea Contaldi

In quattro restano feriti durante il giro in giostra. Paura a Gallipoli

Paolo Franza

Distretto sanitario neretino senza medici e infermieri: “allarme inascoltato da anni”

Redazione