Masseria Ghetta, Salvemini: “Proposta privata estranea al percorso istituzionale”

LECCE  – E sulla realizzazione di un impianto pubblico di riciclo della frazione organica in località Ghetta a Lecce nuovamente interviene il sindaco Carlo Salvemini:

“La disponibilità del Comune di Lecce ad ospitare un impianto di compostaggio sul proprio territorio è stata condizionata, fin dal primo momento, dalla natura pubblica dell’impianto e della sua gestione. La proposta progettuale privata segnalata dai sindaci Taurino e Trio non ha nulla a che vedere con il percorso intrapreso, finalizzato a dotare il capoluogo e il territorio circostante di un impianto pubblico di riciclo della frazione organica utile a chiudere il ciclo dei rifiuti, a beneficio dei cittadini. 

L’istanza di ATI Calabra Maceri & Altri – pur legittimamente presentata, come è nelle possibilità di qualunque impresa – è totalmente estranea al percorso istituzionale intrapreso su impulso del Comune di Lecce, che vede la condivisione di Regione e Ager e che è finalizzato, oltre al superamento di un’anacronistica e antistorica sindrome Nimby, alla realizzazione di un impianto pubblico, gestito dal pubblico. Proprio per assicurare che siano i bisogni del territorio e non il libero mercato e la ricerca del profitto ad orientarne la gestione economica”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*