Incertezza centri diurni, famiglie in protesta

MARTANO – Le famiglie dei disabili che frequentano il centro diurno socio educativo riabilitativo “Panta Kalà” di Martano continuano a chiedere risposte alle istituzioni in merito alla continuità del servizio e all’attivazione del trasporto con accompagnatore.

Genitori, fratelli, sorelle stanno contattando da giorni il Presidente della Regione Puglia e l’Assessore alla Sanità per avere certezze riguardo la ripresa delle attività da settembre.

Il 23 luglio, tramite pec inviata dal Presidente dell’Ambito di Martano, hanno chiesto al Presidente della Regione Puglia un incontro urgente e in presenza “al fine di riferire le problematiche relative al trasporto sociale per disabili presso i centri diurni riabilitativi”.

Le stesse famiglie avevano già manifestato il 16 aprile presso la sede regionale di Lecce, ricevendo rassicurazioni che, però, fino ad ora non si sono tradotte in
certezze.

I care giver temono che da settembre i centri diurni chiudano, interrompendo così il percorso sociale, educativo e riabilitativo dei propri familiari e temono che non venga attivato il servizio di trasporto, creando, di fatto, un impedimento alla frequenza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*