La Virtus Francavilla fa “suo” il Giovanni Paolo II, il patron Magrì: “Giornata storica”

Memmola, Ghirelli, Magrì e Denuzzo
FRANCAVILLA FONTANA (di Carmen Tommasi) – Tutto è possibile, basta crederci. Detto fatto: dopo un lungo, attento e approfondito studio e lavoro è stato presentato l’importante e valoroso progetto di rinnovamento dello stadio “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana. Nella splendida location del “Castello Imperiali”, in una conferenza stampa congiunta fra la Virtus e l’amministrazione comunale, sono stati illustrati i piani, le cifre e i progetti per l’ammodernamento dell’impianto sportivo comunale. È stata firmata una convenzione di 15 anni e lo stadio diventerà davvero una vera e propria “opera d’arte”, dove si potranno ospitare anche altri eventi calcistici e non solo.
All’incontro era presente il sindaco di Francavilla Fontana Antonello Denuzzo, il presidente, e primo tifoso, della Virtus Francavilla Antonio Magrì, Cataldo Memmola, responsabile tecnico e Francesco Ghirelli, il presidente della Lega Pro.
CREDERCI SEMPRE – “Raccontiamo alcuni passaggi da qui a molti anni. L’obiettivo -ha detto il primo cittadino- è di rendere quella struttura più gradevole. Vogliamo che lo stadio diventi un ambiente per famiglie e, questo, allevia il comune dai costi della struttura. Questo è un investimento forte sulla sport. Molto importante in questo momento storico in cui si ha voglia di socialità. La ragione per la quale siamo qui, oggi, è perché ci abbiamo creduto. Adesso abbiamo una struttura che potrà accogliere anche  eventi nazionali”.
IL PATRON – Un progetto, questo, in cui il presidente Antonio Magrì è al lavoro già da tempo e in cui ha creduto molto: “Oggi è una giornata storica, sono molto contento. C’è anche una mostra storia che racconta grande parte del passato del Francavilla. So quello che significa guidare una squadra di calcio, quanti sacrifici si fanno e chi ha scritto la storia va ringraziato. Non è un libro dei sogni il nostro, ma è tutta realtà. Sarà uno dei più piccoli stadi della Lega Pro. Già tra fine giugno e i primi di luglio inizieranno i primi lavori di adeguamento. Tutto è a carico della società. Ringrazio il Presidente Ghirelli. I tifosi del Francavilla devono essere orgogliosi della loro casa calcistica. Sarà adeguato, anche a livello di barriere architettoniche”.
ENTUSIASMO GHIRELLI – Anche il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, si è detto molto soddisfatto: “È stato un anno e mezzo terribile per il dolore e per la tragedia del covid-19 che ha messo in discussione tutto. Io non potevo non venire qui oggi in un progetto di speranza. Avete messo insieme passato e futuro con la mostra. Ho visto molta discrezione nel raccontare il progetto dello stadio nei numeri. La forza è il sogno per il futuro. Uno stadio senza barriere dovrebbe essere una cosa normale e, invece, non lo è”.

IL PROGETTO, BUONE NUOVE – L’intero progetto, illustrato dal tecnico Cataldo Memmola, porterà la capienza degli spettatori a circa 3360 posti a sedere e con il posizionamento di una nuova gradinata sul lato sud della struttura. Al posto dei vecchi spogliatoi, invece, sarà creato un nuovo stabile che ospiterà il quartier generale della società. Nascerà lo store, un bar e la sala stampa. Sono previste opere di efficientamento energetico ed interventi di manutenzione straordinaria sulle gradinate esistenti con la realizzazione di nuove coperture, nuovi servizi igienici, spazi dedicati alla stampa e alle autorità. Saranno, infine, ristrutturati ed ingranditi gli spogliatoi. Aspetto fondamentale: al termine dei lavori la struttura si presenterà senza barriere architettoniche e con  la possibilità di ospitare i tifosi che arriveranno in bicicletta, il tutto in sintonia con le politiche di mobilità sostenibile avviate dall’Amministrazione Comunale. Tutti gli interventi, in programma da parte del club di Quinto Ennio, sulla struttura comunale hanno un costo preventivato di 1,35 milioni di euro che saranno scorporati in parte dal canone di locazione previsto dalla convenzione con l’Amministrazione Comunale.

LA MOSTRA – Infine, è stata presentata anche la mostra fotografica realizzata da Tonino D’Ambrosio. Mostra che racconta la storia del calcio bianco-azzurro dalle origini ad oggi e per l’occasione sarà possibile ammirare i trofei conquistati negli anni dai vari sodalizi biancazzurri. La mostra fotografica sarà, poi, aperta al pubblico in orari e giorni che saranno a breve  comunicati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*