Consiglio regionale, la Prefettura ridisegna la geografia in attesa del Tar

BARI – Ventisette seggi alla maggioranza anziché 29. La Prefettura di Bari ha inviato al Tar Puglia la sua ipotesi di riequilibrio del Consiglio regionale pugliese. La pronuncia arriverà l’8 luglio ma intanto così dal palazzo di governo di Bari ridisegnano l’assise regionale: 5 seggi ai Popolari, 16 al PD, 6 a Con. Uscirebbero il leccese Mario Pendinelli, il tarantino Michele Mazzarano e Peppino Longo, Ruggiero Mennea e Francesco La Notte. Entrerebbero il leccese Sergio Blasi e i baresi Domenico De Santis già consigliere personale di Emiliano e Teresa Cicolella. Novità anche per il centrodestra che, dunque, guadagnerebbe un seggio nel gruppo La Puglia Domani con il tarantino Antonio  Scalera e e Forza Italia con Vito De Palma. 

La prefettura ha stilato anche una seconda ipotesi ribadendo i 29 seggi alla maggioranza. In questo caso non tornerebbero in Consiglio Blasi, Scalera e non sarebbe eletto De Palma.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*