Melendugno, 2 agenti della Municipale positivi: Comando in quarantena. Scuole, continuano contagi e chiusure

LECCE – Se sono solo tre i comuni della provincia di Lecce senza casi di positività al momento, sono  tanti quelli costretti a fare i conti con l’emergenza e a  prendere provvedimenti.  A Melendugno dove tra i 49 casi , al momento, accertati si registrano due positività tra gli Agenti della Polizia Municipale, è stata diosposta dal sindaco Marco Potì, in accordo con il Comandante, oltre al previsto isolamento obbligatorio per i due dipendenti, anche la quarantena volontaria precauzionale per tutti i colleghi in servizio della Polizia Locale, insieme ai dipendenti delle ditte che lavorano negli stessi uffici. Tutti gli uffici comunali sono al momento chiusi al pubblico e molti dipendenti opereranno in smart working. Già dallo scorso venerdì è in corso, da parte di un laboratorio accreditato con l’Asl, uno screening completo per mezzo di tamponi molecolari, di dipendenti, amministratori comunali e dipendenti delle ditte esterne che operano presso l’Ente. Finora i risultati di tali controlli hanno dato esito negativo per tutti (tranne per i due dipendenti in questione). 

Il Sindaco di Galatina, Marcello Amante ha predisposto la chiusura di alcune scuole: la Scuola dell’Infanzia di Galatina in Via San Lazzaro; la Scuola dell’Infanzia e la Secondaria di Primo Grado di Collemeto in Via Biella; e, sempre a Collemeto , la Scuola Primaria di Piazza Italia. A Leverano , dove il sindaco Marcello Rolli, parla di “casi più che raddoppiati in pochi giorni” , (23 positivi e sessanta persone in quarantena), visto il caso di positività , emerso nelle scorse ore all’interno di una sezione della Scuola dell’Infanzia di Via Turati, anche per procedere alle operazioni di sanificazione, è stata predisposta la chiusura temporanea del plesso. A Parabita dopo il contagio di un docente, la  Scuola Elementare Oberdan, dispone la didattica a distanza per tutta la settimana.

A Martano, dopo la positività di un genitore è stata disposta, in via precauzionale, la chiusura della Scuola Materna di Via Nizza. A Copertino, dopo le chiusure dei plessi “Fra Silvestro” e “Don Bosco”, arriva l’ordinanza di chiusura per sanificare gli ambienti anche degli edifici “G. Rodari” ed “E. Menga”.

Ad Alessano ordinanza di chiusura precauzionale degli edifici scolastici di Alessano e Montesardo fino al prossimo 20 novembre A Lecce, dopo l’accertamento di un caso di positrività, chiude la Scuola dell’Infanzia di Via Roma.

A Porto Cesareo avviata una campagna di screening rivolta a fasce deboli, a chi non abbia la possibilità di sottoporsi a tampone autonomamente sostenendone le spese, a chi svolga delle attività lavorative a rischio contatto con gli altri.  La Confsal-Unsa Giustizia manifesta preoccupazione riguardo ai casi – succedutisi negli ultimi tempi – di positività sospetta o accertata al Covid-19 in dipendenti e/o in frequentatori assidui degli uffici del Ministero della giustizia, da quelli giudiziari a quelli penitenziari e minorili. In queste ore la direzione del Centro di prima accoglienza minorile di via Monteroni ha tempestivamente affrontato il verificarsi di un caso sospetto non riguardante dipendenti ma un frequentatore. Il CPA è rimasto chiuso per un giorno per sanificazione, con l’adozione di lavoro agile, con presenza di solo quattro dipendenti, con dirottamento a Bari di eventuali minori arrestati e con previsione possibile di screening per tutti. Nei giorni scorsi la Confsal-Unsa si è rivolta anche al Prefetto ritenendo necessaria e preziosa la vigilanza attiva, del resto prevista anche dai decreti del governo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*